Creato nuovo algoritmo per identificare i ceppi batterici

Un sofisticato algoritmo in grado di identificare e quantificare con precisione i ceppi batterici in un campione di microbiota è stato messo a punto dall'unità di Biologia computazionale della Fondazione Edmund Mach di San Michele. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista scientifica Nature Communications. La metodologia proposta usa le sequenze genomiche note dei batteri per costruire un archivio delle varianti genetiche dei singoli ceppi ed è in grado, mediante sofisticate tecniche statistiche e di "machine learning" (apprendimento automatico), di identificare i singoli profili in campioni di microbioma. Le applicazioni di questo algoritmo vanno dalla epidemiologia delle malattie infettive alla caratterizzazione delle dinamiche della colonizzazione microbica.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. La Voce del trentino
  2. Trentino
  3. Il Dolomiti
  4. L'Adige

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Folgaria

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...